CELIACHIA

CELIACHIA Malattia autoimmune causata da una reazione anomala dal sistema immunitario alle proteine del glutine, la gliadina, in soggetti geneticamente predisposti. Quando è introdotta nel corpo attraverso il cibo provoca un’infiammazione della parete dell’intestino. L’infiammazione dei tessuti appiattisce i villi, riducendo la loro capacità di assorbimento e causando i sintomi. Da sintomi, quali: diarrea gonfiore addominale dolore addominale perdita di peso (conseguenza di malassorbimento intestinale) rallentamento della crescita nei bambini   GLUTINE proteina che si trova nei cereali: grano, di

Nutrizione e gravidanza

Gravidanza Perché alimentazione in gravidanza? Questo è un periodo delicato, dove la donna deve prendere atto che la sua salute influenza quella del futuro nascituro. Sarebbe opportuno che cominciasse a seguire un adeguata alimentazione ancora prima del concepimento e se in sovrappeso avvicinarsi al normopeso. Ciò garantirà la salute sia della madre che del futuro bambino. Si dice che i primi 1000 giorni del bambino siano quelli che influenzano maggiormente la sua futura salute e predisposizione a eventuali patologie. Una

DISTURBI del COMPORTAMENTO ALIMENTARE (DCA): Il ruolo del nutrizionista

DISTURBI ALIMENTARI E IL RUOLO DEL NUTRIZIONISTA Oggi i disturbi alimentari sono la terza patologia cronica per importanza nell’adolescente, si presentano in tutti i gruppi etnici e colpiscono maggiormente il sesso femminile. Spesso sono tenuti nascosti dagli individui affetti. Di cosa si tratta? Sono patologie psicologiche, malattie dovute ad un’immagine distorta del proprio corpo dettata dalla società, o sono patologie provocate da meccanismi genetici? Si potrebbe parlare di una concomitanza di differenti fattori.     Se ne parla frequentemente grazie

FAKE NEWS & ALIMENTAZIONE

Notizie e falsi miti sull’alimentazione oggi sono molto diffusi grazie anche al contributo di fonti inattendibili e dai media. Di seguito alcune delle fake news più popolari.     Mangiare i carboidrati a cena fa ingrassare? È più importante la quantità giornaliera rispetto al momento della giornata in cui si mangino e le calorie totali della nostra dieta. Pane, pasta e riso sono alimenti ricchi di carboidrati: nutrienti che il nostro corpo utilizza in via preferenziale per ottenere energia. L’importante

Educazione alimentare: spesso sconosciuta a grandi e piccini. Il nutrizionista ti può aiutare.

L’educazione alimentare è un argomento spesso sconosciuto ma che può essere di grande aiuto a adulti e bambini. Normalmente nell’età scolare e nell’adolescenza, gli studi concordano col dire che se i soggetti sono lasciati liberi di nutrirsi mangeranno, in modo vario, tutto ciò che gli serve per vivere e crescere in modo adeguato. Anche in presenza di sovrappeso solitamente non si prescrivono restrizioni dietetiche in queste fasce d’età, sempre che tutto proceda in modo regolare e se esiste alle spalle

Mode estive: succhi di frutta e centrifugati oppure frutta e verdura fresca?

Mode estive: succhi di frutta e centrifugati oppure frutta e verdura fresca?   Perché è importante assumere frutta e verdura nella dieta? Il ruolo cardine di frutta e verdura in una dieta corretta e idonea a promuovere lo stato di salute, è assodato. La letteratura concorda oggi sul fatto che aiuti a prevenire molte patologie cronico-degenerative. L’effetto è garantito da nutrienti e sostanze bioattive contenute, quali vitamine, antiossidanti, fibre, ecc. Un altro interessante aspetto è quello di aumentare il senso

Cibo, fonte di benessere: Il nutrizionista può essere di aiuto nella educazione alimentare e nel fornire una dieta ottimale!

Il cibo è fonte di nutrimento, piacere e quando equilibrato apporta benessere. Qual è l’approccio giusto? Le linee guida concordano sul fatto che la dieta debba essere bilanciata ed equilibrata, senza eccessi o inutili privazioni. Partendo da una buona educazione alimentare è possibile portare consapevolezza e migliorare la nostra salute. il nutrizionista, laureato in scienze dell’alimentazione e registrato all’albo dei biologi, è il professionista che può aiutare a compiere le scelte ottimali nella dieta e accompagnare la persona fino al

L’importanza della colazione: E’ giusto saltarla?

NUTRIZIONE: E’ GIUSTO SALTARE LA COLAZIONE? Le linee guida italiane per una corretta alimentazione (INRAN, 2003) suggeriscono di assumere con la prima colazione circa il 15-20% delle calorie giornaliere. Queste calorie non aumentano il rischio di aumentare l’apporto energetico giornaliero totale raccomandato: numerosi studi dimostrano che i consumatori regolari di prima colazione sono meno predisposti al sovrappeso e all’obesità, e che anche gli adolescenti normopeso che saltano spesso la prima colazione vanno più facilmente incontro all’aumento dell’indice di massa corporea

Sodio e rischio cardiovascolare

ASSUNZIONE DI SALE CON LA DIETA E RISCHIO CARDIOVASCOLARE                     Oggi si pone molta attenzione allo stile di vita nonché all’alimentazione e al ruolo che questa riveste, sia nella prevenzione che nella relazione con le malattie non trasmissibili. Nei soggetti apparentemente sani il rischio cardiovascolare è determinato dall’interazione di più fattori. L’approccio al rischio cardiovascolare dovrebbe estendersi lungo l’intero arco della vita in quanto sia il rischio cardiovascolare sia la prevenzione sono processi dinamici e costanti che variano con l’avanzare

Site Footer